GIOCO

Ecomuseo terra del Castelmagno,
Ecomuseo della Valle Grana

Terra di transito viario in epoca romana
(rovine di S. Lorenzo e lapide di Marte a Castelmagno).
Terra contesa nel Medioevo, tra Marchesato di Saluzzo e Angioini.

Terra sotto il dominio sabaudo,
vittima dell’epidemia del 1630 e, nello stesso periodo,
centro di industrializzazione con settori forti come quello delle filande.

Terra di coltivazioni locali forti e radicate,
talmente sentite della gente da lasciare traccia nelle leggende e storie popolari,
nonché capaci di generare prodotti traino per l’economia.

Terra di resistenza durante la Seconda Guerra Mondiale,
protagonista con “Italia Libera”.

Terra di rinascita economica prima e di micro-migrazioni vallive poi,
che ne han comportato la struttura contemporanea e
le azioni di riappropriazione degli spazi abbandonati oggi.

Terra di prodotti caratterizzati da fragranze autoctone:
aromi, profumi, si ritrovano nelle qualità organolettiche
di ogni singola materia prima della Valle Grana.

Castelmagno

Aglio

Zafferano

Patata

Tartufo nero

Slider
X