Consegnati i tre premi ai vincitori del concorso “Un presepe per te”

Trentaquattro le foto dei presepi in gara per il concorso “Un presepe per te”, ideato dall’associazione culturale La Cevitou insieme all’associazione KinoKinino e la Pro Loco Valgrana per rimane in contatto con le persone nelle festività e animare l’atmosfera natalizia in un anno particolare.

Il concorso di presepi amatoriali è stata anche occasione per fare del bene, infatti, la quota che ogni partecipante ha versato è stata devoluta al Pensionato Casa Vittoria di San Pietro di Monterosso Grana. Paola, direttrice della struttura ha ringraziato così: “siamo infinitamente grati all’Ecomuseo Terra del Castelmagno, alla Pro Loco di Valgrana e all’associazione Kino Kinino per l’attenzione e la sensibilità rivolta agli ospiti di Casa Vittoria. Durante il periodo natalizio, un momento difficile da trascorrere quest’anno, la vicinanza di questi enti ci ha davvero emozionati. Ringrazio sentitamente per la creatività nell’ideare modalità nuove come il concorso del presepe più bello, per essere vicino ai nostri anziani, promuovendo al pubblico attività coinvolgenti e originali. Il contributo raccolto servirà per l’acquisto di un generatore di ossigeno che possa aiutare in modo celere, le persone che si trovano in difficoltà respiratorie.”
Delle trentaquattro fotografie inviate e pubblicate a partire dal 30 dicembre sulla pagina Facebook dell’Ecomuseo, le dieci più votate attraverso like o attraverso e-mail ricevute sono passate alla fase finale del contest. La giuria data la grande varietà e originalità dei concorrenti ha deciso di consegnare ai vincitori tre premi ex aequo.
L’organizzazione ha quindi premiato il presepe numero 17 (che ha ricevuto 66 voti on line) di Davide Morel, realizzato per le vie della frazione Genziana di Pontechianale con dei fantocci a grandezza umana intenti nelle faccende della vita quotidiana di un paesino di montagna, con un cofanetto intitolato “Le 4 stagioni della Valle Grana” contenente i 4 DVD relativi ai 4 film girati tra il 2011 e il 2015 in valle dall’Associazione Culturale KinoKinino di Valgrana : “Un giorno d’inverno”, “Un giorno d’estate”, “Un giorno di primavera”, Un giorno d’autunno”. Il numero 22 (con un totale di 23 voti on line) di Simona Martini di Caraglio, realizzato con gli scarti di lavorazione del legno, che ha ricevuto una cesta di prodotti d’eccellenza della Valle Grana: come il sidro di mele e l’aceto dell’azienda agricola L’Ostal, la crema al Castelmagno del caseificio cooperativo di Pradleves, la pasta al barbarià del Pastificio Antilia, riso all’aglio nero di Maurilio Giordano, crema all’aglio e sale all’aglio di Caraglio de La Fattoria dell’Aglio, composta di mirtilli e miele di rododendro dell’azienda Abellonio e un chilo di patate ciarde prodotte dal consorzio di tutela. E infine, il presepe numero 21 (con un totale di 13 voti on line) di Mauro Garrone dell’associazione Liretta di Montemale, che propone il suo presepe interpretandolo in chiave attuale: l’accoglienza per tutti sia in termine materiale sia sotto il profilo spirituale offrendo il proprio tempo per l’ascolto delle difficoltà e fragilità del vivere. Dedizione ed impegno che da sempre Liretta offre a chi lo desidera. A Mario sono state donate le pubblicazioni realizzate dall’Associazione La Cevitou, edite della neo casa editrice omonima (Acò Noste – Appartenenze di R. Lombardo, Le orchidee della Provincia Granda di F. Morelli e R. Lombardo e Belle Persone. Storia di passioni e ideali di Fabio Balocco).
Arrivederci al prossimo anno per ritornare a scambiarci le immagini dei presepi in una bella iniziativa che è riuscita a metterci in relazione anche a distanza e farci sperare nell’umanità attenta all’altro, capace di credere nel domani.

previous arrow
next arrow
previous arrownext arrow
Slider
X