Il Paniere della Terra del Castelmagno

Aglio di Caraglio P.A.T. e Aglio Storico di Caraglio P.S.F.

“Giov ‘ma ‘n aj” 
“A Caraj l’an piantà ij aj, l’an nen bagnaj e ij aj son secaj”

La coltivazione dell’aglio ai piedi della Valle Grana è attestata da tempo, ne sono testimonianza proprio alcuni detti popolari ancora oggi ben conosciuti, tuttavia si interrompe verso gli anni ’50.
Solo nei primi anni del 2000 si riprende coscienza di questa coltura e nel 2008 nasce il Consorzio di Promozione, Tutela e Valorizzazione dell’Aglio di Caraglio riprendendo a coltivare la tradizionale coltura dell’aglio grazie a una famiglia del posto che aveva conservato la semente autentica. I produttori che ne fanno parte hanno aderito a un rigido disciplinare (approfondire?) al fine di garantire un prodotto sano, puro, rispettoso dell’ambiente e dei consumatori.

L’aglio storico di Caraglio oltre ad essere un P.A.T. (Prodotto Agro alimentare tradizionale), è Presidio Slow Food ed è l’ecotipo originario recuperato dalla famiglia caragliese, ogni anno i bulbi più belli vengono selezionati e distribuiti all’interno del consorzio per donare più vigore e più adattabilità alla pianta. Il Presidio supporta le attività del Consorzio e promuove la coltivazione di questo prodotto, la ripresa delle aree incolte marginali e il coinvolgimento di nuovi produttori.

Il bulbo dell’aglio di Caraglio ha dimensioni piccole, il sapore è dolce, delicato, di facile digeribilità. Ogni anno viene raccolto intorno al 24 giugno (San Giovanni) e dopo circa 40 giorni di essicazione è pronto per essere consumato.
Da questo prodotto si ricavano dei trasformati molto apprezzati in cucina: la famosa Crema all’aglio, delicata e ideale per condire carni, bollito o pesce, il sale all’aglio, l’aglio marinato e l’aglio nero ottenuto dalla fermentazione dell’aglio e ricco di proprietà benefiche, MarinJai – aglio sotto aceto, sale all’aglio e l’aglio nero, ottenuto dalla fermentazione degli spicchi con un lieve retrogusto di liquirizia.

Eventi

Giugno: Festa dell’aglio giovane – Caraglio
Ogni anno la notte tra il 23 e il 24 giugno il Consorzio dell’aglio di Caraglio organizza questa festa in cui ogni socio porta qualche testa di aglio appena raccolto. La festa è aperta a tutti, in particolare alle famiglie che nell’anno precedente hanno avuto un bambino o una bambina: durante la festa verranno i neonati riceveranno in dono una testa di aglio come simbolo di augurio.

Novembre: Fiera dell’aglio di Caraglio – Caraglio
Fiera storica per le vie di Caraglio per celebrare il suo prodotto d’eccellenza con mostra mercato, degustazioni, animazione e castagnata.

 


Dove acquistare l’aglio di Caraglio?

Beico – Finestra di Valle presso Il Filatoio di Caraglio;
Bioetik – Buono di Natura;
Azienda Agricola Biologica Cascina Rosa;
Azienda Agricola Ceaglio Giuliana;
La Fattoria dell’Aglio;
Azienda Agricola Morre.

Trasformati

• Crema all’aglio;
• Aglio marinato;
• Sale all’aglio;
• Aglio nero.

Dove acquistare i trasformati?

Beico – Finestra di Valle presso Il Filatoio di Caraglio;
Bioetik – Buono di Natura;
Azienda Agricola Biologica Cascina Rosa;
La Fattoria dell’Aglio;
Azienda Agricola Morre.

Categoria:
X