Pèire que préiquen

L’inizio di un percorso di riscoperta e valorizzazione
di un luogo di comunità.

The beginning of a process of rediscovery and enhancement of a community place.

Un’opera multidisciplinare site specific
restituita al pubblico sotto forma di performance live.

A multidisciplinary site-specific artwork shown to the public as live performance.

Land art, sound design e narrazione dialogano
tra loro e con il territorio.

Land art, sound design and narration talk to each other and to the territory.

! a causa dell’emergenza covid-19, la residenza è rimandata a data da destinarsi !

! due to the covid-19 emergency, the residency has been postponed to a later date !

 

Nel frattempo, tra gli artisti che hanno risposto alla call per la selezione di un land artist è risultato vincitore JOHANNES PFEIFFER, land artist originario di Ulm (Germania) da tempo residente a Lanzo Torinese, che affiancherà il sound-artist SIMONE SIMS LONGO e l’attore DARIO ANGHILANTE. Scopri di più qui!

Meanwhile, the winner land artist of the open call has been JOHANNES PFEIFFER, born in Ulm (Germany) and living in Lanzo Torinese, who will be in the residency together with SIMONE SIMS LONGO, sound-artist, and DARIO ANGHILANTE, actor.

Le Laouziere di San Pietro Monterosso è un sito di cave di ardesia che tra il XVII e il XX secolo hanno rappresentato un nucleo fondamentale nella vita lavorativa e sociale della Valle Grana. In oltre tre secoli diedero lavoro a intere famiglie e materiale per la costruzione delle strutture tradizionali dell’architettura alpina sud-occidentale.

La fine della loro attività arrivò nel 1984.

Le Laouziere in San Pietro Monterosso is a site of stone quarries that between XVII and XX centuries was an important working and social core in the Grana Valley (Province of Cuneo, Italy). During more than three centuries many local families worked in the quarries to extract stones to build the traditional structures of the south-west alpine architecture.

In 1984 the quarries were closed.

 

Da allora, silenziose, incidono il costone della montagna e conservano nei dintorni le tracce dell’attività estrattiva passata, come i binari e resti della teleferica che serviva per il trasporto del materiale a valle. Non lontano, attraverso un sentiero nel bosco, si arriva alle borgate in pietra, oggi per lo più abbandonate, un tempo abitate dai minatori delle cave. Le lastre di ardesia sono il mezzo attraverso cui l’uomo ha modellato il paesaggio: muri di contenimento e selciati che collegano le cave alla valle sono realizzati con gli scarti di produzione. La matrice paesaggistica è prettamente naturale: la natura, di anno in anno, sta lentamente riassorbendo l’intero complesso.

Since then, they silently carve the mountain and show the traces of the past extractive activity, as tracks, ropes and the cableway that used to transport the material from the top of the mountain to the valley. Not far, through a path in the wood, you can reach small abandoned stone villages where in the past miners were living. The natural stone is the material used by men to shape the landscape: also retaining walls and paths, connecting the quarries with the valley, are made of stone production waste. Most of the landscape is natural: nature, year by year, is slowly covering the entire site.

 

Dal 2007, l’Ecomuseo Terra del Castelmagno tutela e valorizza la “Terra” in cui nasce: la Valle Grana. Terra come paesaggio, superficie, territorio geografico lavorato dall’uomo ma anche come luogo caratterizzato da una cultura specifica, da stili e abitudini di vita, da una e tante comunità.

All’interno di questo mondo, sempre con un occhio puntato all’universo circostante, l’Ecomuseo intende realizzare una residenza d’artista, ovvero un processo di scambio artistico e di valorizzazione di un sito fortemente connotato per la sua essenza materica ed emozionale: le Laouziere, antiche cave di pietra di San Pietro Monterosso. Da luogo di lavoro e attività produttiva, le antiche cave diverranno oggetto di ricerca e sperimentazione, proiettate verso uno scenario futuro in cui saranno luogo di fruizione turistica e produzione artistica, nei principi della sostenibilità e della tutela del paesaggio e del territorio.

Since 2007 the Ecomuseum Terra del Castelmagno protects and enhances the land where it was born: the Grana Valley. It is made of landscape, surface, geographic territory worked by men, but it’s also a place with a specific culture, special lifestyles and habits and a unique community.

In the Grana Valley, always open to the whole world, the Ecomuseum is going to realize an artist residency as a process of creative exchange and enhancement of an emotional and significant site: le Laouziere, historical stone quarries in San Pietro Monterosso. They will turn from a production place to a research and experimentation site, projected toward a future scenario where quarries will be a place of tourist fruition and artistic production, pursuing sustainable policies and preserving landscape and territory.

 

Il progetto Pèire que préiquen nasce in partnership con l’Associazione Chambra d’Òc, l’Associazione NOAU | officina culturale e l’Associazione Liretta, con il contributo della Fondazione CRC.
Il progetto si avvale della collaborazione di istituti di ricerca, enti pubblici e realtà culturali del territorio, che apporteranno conoscenze, idee e competenze per lo sviluppo di un progetto che vuole dialogare con la comunità della Valle Grana e del territorio cuneese. Aderiscono al progetto:
> Dipartimento di Architettura e Design del Politecnico di Torino
> Comune di Monterosso Grana
> Associazione Culturale Contardo Ferrini
> Fondazione Filatoio Rosso
> Viano marmi s.n.c.
> Unione Montana Valle Grana

A project by Associazione La Cevitou, in partnership with Associazione Chambra d’Oc, Associazione NOAU | officina culturale and Associazione Liretta, with the support of Fondazione CRC. Partners: Polytechic of Turin, Municipality of Monterosso Grana, Associatione Contardo Ferrini Association, Fondazione Filatoio Rosso, Viano marmi s.n.c., Unione Montana Valle Grana.

previous arrow
previous arrow
next arrow
next arrow
Slider
X