L’Ecomuseo terra del Castelmagno a Cheese con Ecomusei del gusto

Dopo la fortunata partecipazione al festival Sguardi sui territori. Antropologia visuale ed ecomusei a Gemona del Friuli dello scorso 31 agosto la rassegna EXPA propone per sabato 21 settembre un altro appuntamento fuori valle. L’Ecomuseo Terra del Castelmagno parteciperà infatti all’incontro Gli ecomusei per il territorio. Da presìdi a luoghi abitati. Dialogo-laboratorio sulla sostenibilità, inserito nella dodicesima edizione di Cheese a Bra. Sabato 21 settembre alle ore 15 in piazza Spreitenbach presso lo stand Assopiemonte dop & igp – Regione Piemonte alcuni ecomusei piemontesi e italiani dialogheranno con Slow Food, alternando il racconto dei percorsi condivisi alla degustazione dei prodotti dei territori coinvolti.

Ad aprire l’incontro sarà Piero Sardo, presidente nazionale della Fondazione Slow Food per la biodiversità, che illustrerà il graduale percorso di Slow Food dalla qualità specifica del cibo (buono) a quella ambientale (pulito) e sociale (giusto) dei processi produttivi, e all’attuale tema trasversale della sostenibilità.
L’Ecomuseo Terra del Castelmagno parteciperà, insieme all’Ecomuseo della Pastorizia, all’Ecomuseo della Segale e all’Ecomuseo dell’Alta Valle Maira, in qualità di aderente al progetto Ecomusei del Gusto, che mette in sinergia queste realtà ecomuseali delle valli Gesso, Stura, Maira e Grana. Ecomusei del Gusto si racconterà sottolineando come alla base del progetto ci sia una condivisione di intenti e di buone pratiche che ha portato anche alla creazione di un menu condiviso costituito da formaggio Castelmagno, agnello sambucano, segale e acciughe che unisce le quattro valli valorizzandone gli antichi sapori. Il progetto proporrà ai partecipanti all’evento una degustazione di un’eccellenza per valle: crema all’aglio (valle Grana), pane di segale (valle Gesso), toma di Celle (valle Maira), paté d’agnello (valle Stura). Della delegazione dell’Ecomuseo Terra del Castelmagno farà parte anche Aurelio Agnese, responsabile dei produttori per il presidio Slow Food dell’aglio storico di Caraglio.

Al confronto tra realtà ecomuseali, a ingresso libero, parteciperanno anche l’Ecomuseo delle Acque del Gemonese (Udine), l’Ecomuseo del Casentino (Arezzo), la sezione italiana dell’Alleanza Mondiale per i paesaggi terrazzati, l’Ecomuseo Valle Elvo e Serra e l’Ecomuseo del Biellese (Biella).

> Gli ecomusei per il territorio. Da presìdi a luoghi abitati. Dialogo-laboratorio sulla sostenibilità
Sabato 21 settembre, ore 15. Bra, piazza Spreitenbach. Ingresso libero.
Info: 329.4286890; expa.terradelcastelmagno@gmail.com

X